news_bmwi3-elettrica-in-carica-colonnina-scame-serie-libera-parre.jpg

Il Salone di Francoforte lancia le linee guida per il futuro elettrico dell'automotive

Nei giorni scorsi al salone di Francoforte grandi case automobilistiche hanno fatto annunci importanti sugli investimenti in programma sull’elettrico, sono ad esempio i casi di Volkswagen, che prevede di destinare 20mld di euro entro il 2030 in questo settore, e di Volvo che intende produrre dal 2019 solo veicoli elettrici o ibridi.

Anche alcuni Paesi stanno avviando politiche volte a cambiare il passo: la Svezia entro il 2025 vuole dire addio ai combustibili fossili, mentre la Cina sta spingendo con importanti stanziamenti sul comparto e sulle rinnovabili.

SCAME PARRE, società con i quartieri generali a Parre, è nel settore da anni e ora che l’atteso sviluppo sembra alle porte, è pronta a giocare la sua partita. «Sta andando discretamente bene – spiega l’amministratore delegato di Scame Stefano Scainelli siamo abbastanza soddisfatti anche se purtroppo il mercato italiano, se pur in crescita, non è ancora importante a livello europeo. Noi siamo leader nel mercato italiano e co-leader in quello francese».

Nel mese di luglio Scame ha perso Giovanni Scainelli, che nel 1963 aveva fondato la società insieme a Luigi Piccinali e ai fratelli Gianni e Cornelio Palamini. «Da mio padre abbiamo ereditato la sensibilità al mondo dell’ecologia – continua Stefano – tanto che se siamo entrati alla fine degli anni ‘90 nel mondo dei connettori dell’auto elettrica è grazie anche al seme che ha lasciato in azienda in termini di cultura aziendale. La sua attenzione non riguarda solo la mobilità sostenibile, ma anche il risparmio energetico e l’utilizzo di materiali esenti da alogeni. Queste attenzioni garantiscono un minore impatto sulla comunità e sono anche apprezzate dal mercato».

 

Guarda il video dell'intervista:

 

Gentile utente,
il sito web non è navigabile con Internet Explorer.
Internet Explorer non consente di utilizzare soluzioni di design e funzionalità moderne.

Utilizza Google Crome, Mozilla Firefox o la più recente versione di Edge per una corretta esperienza di navigazione.

Gentile utente,
il sito web è ottimizzato per essere visitato correttamente con la versione più aggiornata di Microsoft Edge (versione > 17).

Aggiorna la tua versione di Edge o utilizza Google Crome, Mozilla Firefox per una miglior esperienza di navigazione.

Procedi comunque